Integrazione con magnesio: quando e perché provarla?

Jogging sulla sabbia: benefici e rischi
14 giugno 2018
Fermenti lattici e vitamine del gruppo B
27 giugno 2018

Integrazione con magnesio: quando e perché provarla?

Moltissimi disturbi dell’umore, del sonno, dell’apparato gastrointestinale e dell’apparato muscolare vengono spesso trattati con un’integrazione di magnesio, prima di ricorrere a farmaci o ad altri integratori più specifici. Perché? In questo breve articolo lo scopriremo!

Partiamo dalle definizioni:

  1. Cos’è il magnesio?

Il magnesio è un minerale essenziale, cioè non viene prodotto dall’organismo e necessita di essere introdotto attraverso integrazione alimentare. Interviene in circa 300 processi metabolici differenti ed è presente nella maggior parte delle cellule del corpo.

Ecco spiegato perché la carenza di magnesio abbia moltissime conseguenze negative di cui, purtroppo, capita spesso e a molti di accusare i sintomi.

Senza soffermarci sugli aspetti più tecnici, arriviamo a capire meglio perché è fondamentale e come riconoscerne la carenza.

  1. Perché il magnesio è indispensabile? 

Come abbiamo accennato, il magnesio è fondamentale, essendo coinvolto nella gran parte delle funzioni biologiche che coinvolgono i muscoli, i nervi, l’apparato digerente e quello cardiaco.

Il magnesio contribuisce alla produzione delle proteine e all’assorbimento del calciodel sodiodel fosforodel potassio e della vitamina D.

  1. Cosa si può trattare attraverso l’assunzione di integratori di magnesio?

L’integrazione di magnesio è suggerita per:

  • Trattare stati d’ansia e nervosismo e/o attacchi di panico: avendo un effetto calmante sulle cellule nervose, assumere integratori di magnesio serve ad evitare che le stesse diventino ipereccitabili, con conseguenti problemi nella trasmissione dei messaggi (sinapsi)
  • Trattare disturbi gastrici/intestinali: aiutando la peristalsi, attenua stati infiammatori e riporta ad un equilibrio del PH dell’intestino. Viene consigliato sia in caso di stipsi, sia in caso di diarrea.
  • Mantenere la salute ossea ed evitare infiammazioni: essendo impiegato fissazione del calcio sia a livello di organi interni, sia a livello di tessuti, permette di evitare malattie legate all’invecchiamento, stati infiammatori e di contrastare le calcificazioni.
  • Disturbi digestivi: questo minerale rende efficienti gli enzimi addetti al corretto assorbimento dei nutrienti, favorendo, di fatto, la digestione dei cibi.
  • Favorire la lipolisi: riportando un equilibrio cellulare, evita scompensi che provochino un aumento di trigliceridi nel tessuto adiposo e, anzi, aumenta la lipolisi (il processo con cui vengono bruciati i grassi).
  • Ridurre la concentrazione di glucosio nel sangue: il magnesio influenza l’insulina, l’ormone che regola la glicemia.
  • Favorire la sintesi proteica e costruzione della massa muscolare: essendo direttamente coinvolto nei processi di riproduzione cellulare, è di vitale importanza per la guarigione e la riparazione delle fibre muscolari.
  • Coadiuvare l’organismo in periodi di stress e stanchezza
  1. Come riconoscere la carenza di magnesio?

Eccessivo senso di affaticamento, crampistanchezza cronica, abulia, insonnia, depressioneinappetenzanausea e perdita di peso sono tra i principali sintomi della carenza di magnesio.

  1. Magnesio e sport

La carenza di magnesio affligge molto spesso gli sportivi dopo allenamenti prolungati e intensi, rendendo le performance più difficoltose e scadenti e il recupero muscolare più lento e meno completo.

Non è un caso che coloro che sono spesso vittime di crampi muscolari riescano a risolvere il problema aumentando l’apporto di magnesio!

Scendere al di sotto della dose giornaliera raccomandata di magnesio può rendere peggiori le vostre giornate, il vostro umore, il vostro sonno, le vostre performance sportive e rallentare il recupero post-allenamento.

Per gli uomini adolescenti e adulti il range consigliato è di 270-400 mg/giorno, mentre per le donne adolescenti e adulte il range raccomandato è di 280-300 mg/giorno.

Esistono integratori di magnesio di scarsa qualità ed integratori che contengono magnesio ad altissima biodisponibilità: il nostro consiglio è di provare questo in fiale, che non contiene altri minerali o vitamine (di cui, magari, siete già provvisti) e che è costituito da magnesio di qualità eccellente.

A presto!

Staff

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *